70MQ
Riqualificazione e restauro architettonico di un appartamento di interesse storico – via Guidotti – Bologna.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come intervenire nella ristrutturazione di un immobile di interesse storico risalente ai primi del ‘900 rispettandone i caratteri morfo-tipologici originari e curando al contempo le esigenze dell’abitare contemporaneo?
A tale quesito si è risposto partendo da una attenta analisi dello stato dei luoghi, accompagnata da una indagine storica d’archivio.
Dal punto di vista architettonico la tipologia dell’edificio in cui è inserito l’appartamento è una tipica unità in linea inserita in un piano operativo di matrice storicamente riconducibile all’urbanizzazione di carattere cooperativistico, su modello della città-giardino di media densità, rivolta ad insediamenti dedicati alla classe lavoratrice (quartieri operai) tipici dell’epoca tra gli anni compresi tra le due guerre mondiali del XIX secolo.
Attraverso un confronto delle planimetrie di piano storiche si può far risalire l’edificazione del lotto intorno agli anni ‘20, ipotesi confermata dalla presenza di elementi decorativi e finiture di gusto Decò.
Saggi preliminari e fasi di cantiere hanno messo a nudo un peculiare modo di costruire con uso di tecniche ed elementi strutturali di un certo interesse documentale, non del tutto compromessi da una pesante ristrutturazione degli anni ’80.
Si è operata quindi una riqualificazione degli spazi ed un recupero degli elementi originari (solai e parziale ripristino delle partiture portanti interne), e contemporaneamente si è riconfigurata una disposizione morfo-tipologica più corretta dal punto di vista funzionale e distributivo. A seguito dell’intervento risulta dunque migliorata la qualità spaziale, l’alloggio è più ampio, luminoso e accogliente.